Annunci per oggetti di antiquariato o aste?

Per un privato venditore la scelta di proporre il proprio articolo su un sito di annunci di antiquariato piuttosto che un sito di aste  potrebbe rivelarsi abbastanza ardua. A mio avviso le valutazioni che bisogna preliminarmente fare sono le seguenti:

  1. conosco il reale valore dell’oggetto?
  2. se sì voglio procedere ad una trattativa diretta con l’acquirente o voglio che sia il mercato a determinare il suo valore?
  3. voglio proporre il mio articolo ad una vasta platea di potenziali acquirenti oppure voglio rivolgermi un pubblico più qualificato?

Vediamo di rispondere a queste domande con ordine:

Conoscere il valore dell’oggetto che si mette in vendita 

Il “prova a mettere in vendita la vecchia sedia della nonna” così come il “senti tu che sei mio amico quanto vale questo oggetto di antiquariato” sono gli approcci più sbagliati che si possono avere. Con tali modi di agire si rischia di vendere un prodotto ad un prezzo di molto inferiore del suo valore, oppure di non venderlo per una eccessiva richiesta. La parola d’ordine è informarsi. Nell’era di internet esistono migliaia di siti dove poter reperire le informazioni che ci interessano, basta fare delle semplici ricerche con Google o con il motore di ricerca preferito. Ma “io non ho internet”, “non so usare bene il computer” in questo caso esistono i mercatini dell’antiquariato, vintage e modernariato nei quali potremmo trovare articoli simili o uguali al nostro, chiedere un prezzo non costa nulla , così facendo, saremo  in grado di attribuire al nostro oggetto un valore quanto meno approssimativo ma comunque di utile riferimento per le nostre successive richieste su un sito di annunci o di aste.

Trattativa diretta o valore di mercato

Se si preferisce una trattativa diretta con il possibile acquirente allora sarà meglio affidarsi ad un servizio di annunci con il chiaro vantaggio di potere eseguire una possibile transazione con una persona interessata all’articolo (starà poi all’abilità del venditore fare il resto), mentre se si è intenzionati a proporre un articolo lasciando che sia il mercato a determinare il suo valore finale allora è senz’altro meglio un servizio di aste online (alle volte è possibile che un articolo assuma un valore molto più alto di quello reale).

Vasta platea di acquirenti o pubblico qualificato

I siti calderone hanno certamente il vantaggio di rivolgersi ad un platea di possibili acquirenti molto più vasta dei siti di annunci dedicati per esempio ai collezionisti ed agli articoli di antiquariato, vintage e modernariato. Vi è però uno svantaggio che sempre di più si verifica in tali siti : gli oggetti restano invenduti. Perchè?. Semplice: così come ci sono molti utenti, ci sono moltissimi prodotti ed inoltre è probabile che molti dei potenziali acquirenti non abbiano alcuna conoscenza specifica e, conseguentemente, non riescano a capire il reale valore dell’oggetto che vedono in foto. A mio avviso è sempre meglio affidarsi a siti dedicati quando si tratta di oggetti particolari come quelli di antiquariato, vintage e modernariato per vendere i propri articoli che sicuramente saranno riconosciuti sia nel loro giusto valore che nella loro effettiva qualità.

Spero che queste indicazioni siano di aiuto a tutti coloro che si accingono a pubblicare il loro primo annuncio ed anche a coloro che provengono, delusi nelle aspettative, dai cosiddetti siti “calderone”.

By Antiquarium

Devi essere autenticato per pubblicare commenti

line
Visit Us On TwitterVisit Us On FacebookVisit Us On Google PlusCheck Our Feed