Limoges

Limoges

La porcellana di Limoges è famosa in tutto il mondo per la speciale eleganza dei suoi prodotti e dei materiali impiegati. Da più di tre secoli esiste la lavorazione di questo prezioso materiale, grazie alla scoperta del caolino, avvenuta nel 1771, in una zona ubicata a circa 40 km dalla città. Ancora oggi la produzione della porcellana è uno dei settori di traino della città di Limoges. Gli iniziali stabilimenti di fabbricazione della porcellana furono Royal Limoges, Bernardaud e Haviland. Lo stesso re Luigi XVI, prima della Rivoluzione Francese, si impadronì della prima industria di lavorazione. In Europa la scoperta avvenne in ritardo rispetto alla Cina, che già creava porcellane con il caolino da tre secoli. In ogni caso, all’epoca, la porcellana rivestì una grande importanza economica soprattutto con il commercio con l’America. Infatti alla fine dell’Ottocento Limoges era dotata di 120 forni per la lavorazione della porcellana. La casa della Royal Limoges è una delle più antiche della città nella lavorazione della porcellana. Le vie di Limoges, essendo pedonalizzate, sono molto adatte per fare acquisti. In città si può visitare il Museo della Porcellana di Limoges, fondato nel 1845. E’ conosciuto con il nome di “Musée National Adrein-Dubouché”, persona di talento e generoso benefattore. La sua amicizia con molti proprietari di fabbriche di porcellana a Limoges gli permise di assicurarsi modelli della loro produzione assieme a ceramiche da manifatture francesi ed estere. E’ il più grande Museo di porcellana d’Europa ed uno dei maggiori nel mondo con oltre 12.000 pezzi esposti, comprese antiche collezioni di origine greca e cinese. Adrien Dubouché fondò nel 1868 la Scuola di Arti Decorative come complemento del Museo. Il ruolo educativo della Scuola fu ritenuto inseparabile da quello del Museo ed entrambi diventarono istituzioni nazionali nel 1881.

Devi essere autenticato per pubblicare commenti

line
Visit Us On TwitterVisit Us On FacebookVisit Us On Google PlusCheck Our Feed